Record di anidride carbonica nell’aria

Sarà sempre più difficile limitare gli effetti del cambiamento climatico, prodotto dall’attività umana dall’inizio dell’era industriale. Lo confermano i dati diffusi ieri dalla Wmo, l’organizzazione meteorologica mondiale, l’agenzia dell’Onu che monitora clima e atmosfera. Nel corso del 2016 la concentrazione di anidride carbonica nell’atmosfera del nostro pianeta ha superato il nuovo record degli ultimi 800mila anni. In media, nel corso del 2016, la presenza di CO2 nell’aria ha raggiunto quota 403,3 ppm di concentrazione, contro le 400 ppm registrate nel 2015. Si tratta di un aumento, nel giro di soli dodici mesi, particolarmente forte e dunque preoccupante, visto che nello scorso decennio l’aumento medio è stato di 2,1 ppm ogni anno.

Articolo su La Stampa del 31 ottobre 2017

Articolo originale sul WMO GHH Bullettin del 30 ottobre 2017