Archivi tag: fonti rinnovabili

EARTH DAY 2020

La Giornata della Terra è nata ufficialmente il 22 aprile del 1970 come una mobilitazione ecologista di studenti americani. L’idea era di dar seguito alla Giornata dei diritti ambientali (28 gennaio 1970), appuntamento organizzato, tra le altre cose, per ricordare il disastro dell’Union Oil Platform A.

Solo un anno prima, infatti, nel canale di Santa Barbara, una piattaforma di trivellazione aveva provocato una gigantesca fuoriuscita di petrolio. A causa dell’incidente si stima si siano riversati nelle acque californiane dagli 80.000 ai 100.000 barili di greggio (13.000-16.000 m3). Una perdita che causò, allora, la morte di oltre 10 mila animali

L’evento scosse profondamente gli Stati Uniti e riuscì a provocare una reazione. E così, nella primavera del 1970, l’attivista per la pace John McConnell, il senatore del Wisconsin Gaylord Nelson e l’allora studente universitario Denis Hayesposero i semi del primo Earth Day. Il 22 aprile duemila università e circa diecimila scuole primarie e secondarie degli Stati Uniti sono scese in piazza a manifestare per chiedere una riforma delle norme ambientali.

sito EARTH DAY 2020

Seminario SOSTENIBILITA’: PAROLE E PRATICHE

LOCANDINA SEMINARIO 31 MAGGIO 2019

Moderatore: Stefano Bocchi
09.30 Presentazione del seminario e dell’AGRIFOOD LCA Lab Stefano Bocchi, Marco Fiala
SESSIONE 1
“PAROLE”
09.45 Life Cycle Thinking Riccardo Guidetti
LCA: cosa si e cosa no Jacopo Bacenetti
Impronta Idrica Daniela Lovarelli
Gas ad effetto Serra e Cambiamenti Climatici Giulia Gislon
Gas di scarico Marco Fiala
Sequestro della CO2 in foresta Luca Nonini
Dichiarazione ambientale Andrea Casson
10.45 Discussione e Domande
SESSIONE 2
“PRATICHE”
11.20 Intensificazione sostenibile Anna Sandrucci
Zootecnia di precisione Marcella Guarino
Economia circolare Maddalena Zucali
Qualità dei prodotti sostenibili Luciana Bava
Zootecnia biologica Alberto Tamburini
12.15 Discussione e Domande

Decoupling Livestock from Land Use through Industrial Feed Production Pathways

Decoupling Livestock from Land Use through Industrial Feed Production Pathways

Environ. Sci. Technol., 2018, 52 (13), pp 7351–7359
DOI: 10.1021/acs.est.8b00216

https://pubs.acs.org/doi/10.1021/acs.est.8b00216

One of the main challenges for the 21st century is to balance the increasing demand for high-quality proteins while mitigating environmental impacts. In particular, cropland-based production of protein-rich animal feed for livestock rearing results in large-scale agricultural land-expansion, nitrogen pollution, and greenhouse gas emissions. Here we propose and analyze the long-term potential of alternative animal feed supply routes based on industrial production of microbial proteins (MP). Our analysis reveals that by 2050, MP can replace, depending on socio-economic development and MP production pathways, between 10–19% of conventional crop-based animal feed protein demand. As a result, global cropland area, global nitrogen losses from croplands and agricultural greenhouse gas emissions can be decreased by 6% (0–13%), 8% (−3–8%), and 7% (−6–9%), respectively. Interestingly, the technology to industrially produce MP at competitive costs is directly accessible for implementation and has the potential to cause a major structural change in the agro-food system.

 

 

Bioenergie e sostenibilità ambientale

agro-food LCA LAB
biogas, digestione anaerobica,

Una recente review “Agricultural anaerobic digestion plants: What LCA studies pointed out and what can be done to make them more environmentally sustainable” pubblicata su Applied Energy compara i risultati ambientali di 105 studi LCA condotti negli ultimi 15 anni.

Negli ultimi anni, gli impianti di biogas alimentati con biomasse agricole si sono notevolmente diffusi anche grazie agli incentivi pubblici previsti per la generazione di energia elettrica da fonte rinnovabile. In Europa, 29 paesi prevedono forme di incentivazione per la generazione di elettricità da biogas, nella maggior parte dei casi si tratta di feed-in-tariffs.  Nel 2014, secondo EurObserv’ER, circa 8.2 TWh di elettricità sono stati prodotti dai 1713 impianti di biogas in funzione. Ciò pone l’Italia in seconda posizione per quanto riguarda lo sviluppo del biogas agricolo dopo la Germania, che, con 8726 impianti, 3905 MW di potenza elettrica installata e 29 TWh di elettricità prodotta è il primo produttore mondiale di energia elettrica da biogas.

 

Per maggiori info: doi:10.1016/j.apenergy.2016.07.029