CENTRO INTERUNIVERSITARIO PER LO STUDIO DELL’ETA’ RIVOLUZIONARIA E NAPOLEONICA IN ITALIA

Il Bicentenario della Caduta del Regno d’Italia prima e di quello di Napoli dopo hanno rilanciato l’interesse e l’attenzione nei confronti della stagione napoleonica in Italia, considerata da più prospettive come vero e proprio momento periodizzante della storia della penisola. In particolare numerose sono state – e lo sono ancora – le ricerche avviate da giovani ricercatori nell’ambito dell’attività dottorale che hanno proposto nuovi approcci di ricerca

La volontà di creare un Centro di ricerca, avente per sede Milano, capitale del Regno napoleonico e in quanto tale maggiormente investita dai processi di ammodernamento, si propone di raccogliere intorno ad una istituzione formalmente riconosciuta i molti giovani che hanno realizzato ricerche o le stanno realizzando sull’Italia napoleonica, in modo da diventare per loro luogo di incontro, di confronto e di crescita grazie all’ausilio dei molti e rinomati storici milanesi e non che rappresentano un’eccellenza nel panorama storiografico italiano sull’argomento.

A questo fine il Centro si è proposto di:

impiantare un seminario permanente che diventi luogo di aggiornamento e confronto continuo con incontro di cadenza annuale (prime e proficue esperienze sono già state condotte con gli incontri tenutisi a Gargnano (2017), Potenza (2018) e Milano (2019);

scansionare e rendere fruibile in ambiente open accessil materiale a stampa relativo agli anni 1796-1814 posseduto dalla Raccolta Bertarelli e dalla Biblioteca del Museo del Risorgimento. presso le Civiche raccolte storiche del Comune di Milano.

I membri del comitato scientifico
Collaboratori
Altri partecipanti alle iniziative del Centro