Italiano English
Vai al contenuto della pagina

Chiara Policardi





Chiara PolicardiChiara Policardi è Dottore di Ricerca in Indologia e Sanscrito. Dopo la laurea in Lettere classiche presso l’Università degli Studi di Milano, ha conseguito il Dottorato presso Sapienza Università di Roma, sotto la guida del prof. Raffaele Torella. La sua ricerca dottorale, proseguendo e ampliando gli studi svolti già per la tesi magistrale (Le yoginī: teriomorfismo e trasformazione spirituale. Il Kaulajñānanirṇaya), verte sulle yoginī nelle tradizioni śaiva medievali e indaga, in particolare, la peculiare rappresentazione teriantropica di queste figure, che solitamente combina un volto animale con un corpo femminile. La dissertazione di Dottorato, intitolata Of Deities and Animals. Therianthropic Yoginīs in Pre-modern Śaiva Traditions, si avvale di fonti sia testuali sia iconografiche, esaminandole in parallelo al fine di ricostruire il fenomeno nella sua complessità. La ricerca individua tre principali linee di interpretazione dei tratti animali delle yoginī, così riassumibili: abilità metamorfica e poteri sovrannaturali (siddhi); liminalità, “wilderness”, e alterità; imitazione degli animali, possessione, e idea di “maschera” animale. Questi temi, perseguibili in molteplici ramificazioni, tracciano alcuni dei suoi specifici interessi di ricerca. Il tema della teriantropia assume altresì rilievo anche nel più ampio panorama religioso hindu, dove le yoginī rappresentano solo un tassello, per quanto singolare, di un ampio e variegato mosaico. I suoi ambiti di studio comprendono quindi, più in generale, le forme animali nella rappresentazione del divino in India – che trovano espressione sia in divinità di aspetto composito umano-animale, sia nella categoria dei vāhana, i veicoli degli dèi – e, in un orizzonte ancor più vasto, l’importante e sfaccettato ruolo degli animali nella cultura hindu. Nel 2016, presso l’Istituto Italiano di Studi Orientali della Sapienza, in collaborazione con la prof.ssa Malgorzata Sacha dell’Università di Cracovia, Visiting Professor alla Sapienza, ha tenuto il tirocinio “Il simbolismo animale nell’immaginario religioso, con particolare riferimento al Vicino Oriente e al Subcontinente indiano”. Dall'anno accademico 2017/2018 è titolare del laboratorio "L'estetica indiana attraverso le fonti testuali" presso l’Università degli Studi di Milano. Nello stesso ateneo dal 2020 è assegnista di ricerca sul progetto “Di dèi e di animali. Agli esordi di divinità teriantropiche nell’India Gupta”. Nel 2020 ha pubblicato la monografia Divino, femminile, animale. Yoginī teriantropiche nell’India antica e medioevale (Alessandria, Edizioni dell’Orso).

Formazione



2013-2017:
Dottorato di Ricerca in Civiltà dell’Asia e dell’Africa, curriculum Subcontinente indiano, presso Sapienza Università di Roma (Supervisor: Prof. Raffaele Torella).
Titolo: Of Deities and Animals. Therianthropic Yoginīs in Pre-modern Śaiva Traditions.
Commissione esaminatrice: Prof. Antonio Rigopoulos (Università Ca’ Foscari Venezia), Prof. Francesco Sferra (Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”), Prof.ssa Giacomella Orofino (Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”).
La tesi ha ricevuto il premio, bandito dall’Associazione Italiana di Studi Sanscriti (AISS), per la migliore tesi di dottorato di argomento indologico nelle università italiane nel triennio 2016-2018.

2013:
Laurea magistrale in Filologia, letteratura e storia dell’antichità, Università degli Studi di Milano, con una tesi in Lingua e letteratura sanscrita (Relatore: Prof.ssa Cinzia Pieruccini; Correlatore: Prof. Giuliano Boccali).
Titolo: Le yoginī: teriomorfismo e trasformazione spirituale. Il Kaulajñānanirṇaya.
La tesi ha ricevuto il premio di laurea YANI – Yoga Associazione Nazionale Insegnanti – per la migliore tesi di laurea magistrale dedicata a temi relativi allo yoga.

2010:
Laurea triennale in Scienze storiche e archeologiche dell’antichità, Università degli Studi di Milano, con una tesi in Lingua e letteratura sanscrita (Relatore: Prof.ssa Cinzia Pieruccini).
Titolo: Le radici ancestrali del culto delle yoginī.


Pubblicazioni

  • 2020. Divino, femminile, animale. Yoginī teriantropiche nell’India antica e medioevale, Alessandria: Edizioni dell’Orso.
  • 2020. “La dinastia Kalacuri e il tempio delle 81 dee di Bherāghāṭ”, Kervan – International Journal of Afro-Asiatic Studies, 24/2, pp. 321-358.
  • 2019. “Theriocephalic Yoginīs in Śaiva Tantric Traditions: An Animal Mask?”, Indologica Taurinensia, vol. XLV, pp. 87-126.
  • 2018. “The Case of the Yakṣiṇī Aśvamukhī: Remarks Between Jātaka and Art”, Rivista degli Studi Orientali, Nuova Serie, vol. XCI, pp. 137-160.
  • 2018. Con D. Feller, “Classes of Beings”, Oxford Bibliographies Online. Hinduism, Oxford University Press.
  • 2017. Con A. Crisanti, C. Pieruccini, P. M. Rossi, a cura di: Anantaratnaprabhava. Studi in onore di Giuliano Boccali, Università degli Studi di Milano–Dipartimento di Studi letterari, filologici e linguistici, Ledizioni (Consonanze, 11), Milano.
  • 2016. “Therianthropic Yoginīs in Early Śaiva Tradition”, Rivista degli Studi Orientali, Supplemento n° 2, vol. LXXXIX, pp. 119-154.
  • 2015. “L'agire delle yoginī: teriomorfismo, potere e ambivalenza”, in P. Piro–P. Chierichetti (a cura di), Agire o non agire? Strategie di pensiero/azione in Oriente e Occidente, Edizioni Unicopli, Milano, pp. 139-161.
  • 2014. “Mastering Oneself, Meeting the Otherness: The Vīra in the Early Tantric Yoginī Cult”, Indologica Taurinensia, vol. XL, ed. by Tiziana Pontillo, pp. 217-239.