Chi Siamo

Le Pubbliche Amministrazioni si caratterizzano per avere assetti aziendali assai specifici e per la peculiarità di dovere operare contestualmente su diversi campi del sapere, con molteplici obiettivi.

La loro complessità è, di conseguenza, piuttosto elevata ed ha l’esigenza di una formazione ad hoc di carattere multidisciplinare. Il Master MAPA contribuisce, attraverso un’adeguata formazione della dirigenza pubblica attuale e futura, ad un migliore funzionamento del settore pubblico italiana, dando una formazione professionale e specialistica per figure di carattere dirigenziale e pre-dirigenziale delle Pubbliche Amministrazioni.

Il master MaPA non solo offre un’opportunità di sviluppo personale a tutti coloro che intendono perfezionare le proprie conoscenze di direzione generale delle amministrazioni pubbliche come segretari comunali, dirigenti pubblici e consulenti della p.a., ma è orientato anche a favorire l’occupazione nelle amministrazioni pubbliche, attualmente in fase di espansione, immettendo soggetti dotati di conoscenze e skills altamente qualificati.

Notizie in Primopiano

Nasce MAPA

Oggi nasce MAPA il master in ‘Management delle Pubbliche Amministrazioni’ dell’Università degli Studi di Milano.Il master MAPA non solo offre un’opportunità di sviluppo personale a tutti coloro che intendono perfezionare le…

Obiettivi Formativi

Il master intende dare una formazione professionale e specialistica per figure di carattere dirigenziale e pre dirigenziale delle Pubbliche Amministrazioni.

Si rivolge:

  • Ai neolaureati che intendono entrare nella pubblica amministrazione direttamente nelle qualifiche pre dirigenziali dei diversi comparti (per esempio categoria D negli enti locali), preparandoli anche ai fini di affrontare le prove concorsuali di accesso alla p.a.;
  • Ai laureati che intendono accedere alla qualifica dirigenziale attraverso il corso concorso della Scuola nazionale di amministrazione;
  • Alle persone che occupano posizioni pre dirigenziali delle pubbliche amministrazioni al fine avere una visione più ampia della gestione delle istituzioni pubbliche e degli strumenti di gestione delle stesse, nonché ai fini di possibili avanzamenti di carriera;
  • Alle persone già con funzioni di carattere dirigenziale che intendono completare le loro conoscenze nella gestione delle pubbliche amministrazioni ed avere una visione meno specialistica del loro lavoro.

Dal punto di vista didattico il corso si sviluppa attraverso le seguenti fasi:

  1. conoscenze dei fondamenti, necessarie per fornire al discente le teorie e i fondamenti concettuali relativi al management pubblico.
  2. Sviluppo personale, per fornire le competenze relazionali e di problem solving, attraverso corsi di empowermentpersonale;
  3. Percorsi specialistici, a scelta tra general management e management delle università.

Con riferimento al percorso di general management gli obiettivi formativi sono orientati a fornire i discenti delle capacità di direzione di strutture organizzative complesse nei diversi settori pubblici, sviluppando in particolare la capacità di creare valore pubblico, attraverso capacità di collaborazione inter istituzionale, capacità di risolvere i problemi, e capacità di valorizzare le persone.

Più in particolare i principali obiettivi didattici sono quelli di:

  • sviluppare una comprensione dei processi di creazione di valore pubblico che integri la prospettiva economico, giuridica e politica;
  • comprendere le principali leve di management e spazi di azione nel contesto normativo pubblico;
  • sviluppare competenze di gestione strategica delle risorse economiche e umane;
  • acquisire le competenze per analizzare e valutare le politiche pubbliche attivare e gestire partnership pubblico-privato e pubblico-pubblico;
  • sviluppare competenze di leadership consapevole e responsabile per cogliere nuove opportunità̀ professionali ed essere agenti di cambiamento;
  • acquisire dimestichezza con le procedure e con gli strumenti per affrontare concorsi pubblici a vari livelli.

 

Con riferimento al percorso specialistico in management delle università l’obiettivo didattico, oltre a sviluppare capacità e competenze di gestione generale di qualsiasi istituzione pubblica, il corso intende anche sviluppare le conoscenze e le capacità di affrontare i principali processi delle università in modi integrato, ed in particolare:

  • sviluppare una comprensione dei processi produttivi del sistema universitario anche in un’ottica di sviluppo e di internazionalizzazione;
  • comprendere le principali leve di management e spazi di azione nella gestione delle risorse e nell’efficienza di processi produttivi nella didattica e nella ricerca;
  • sviluppare competenze di gestione strategica delle risorse economiche e umane;
  • sviluppare competenze di leadership consapevole e responsabile per cogliere nuove opportunità̀ professionali ed essere agenti di cambiamento;

acquisire dimestichezza con le procedure e con gli strumenti per affrontare concorsi pubblici a vari livelli.

Requisiti d’accesso

Il corso si rivolge ai possessori di laurea magistrale o di vecchio ordinamento, ovvero di altro titolo conseguito all’estero e riconosciuto idoneo.

La modalità d’ammissione consiste in un colloquio orale inteso a valutare la motivazione e le esperienze professionali pregresse.

Gli interessati al Master sono invitati a fissare un appuntamento individuale con il Prof. Renato Ruffini per un colloquio di orientamento scrivendo alla Segreteria Organizzativa mapa@unimi.it

Programma

PIANO DIDATTICO

Il master MAPA prevede alcuni insegnamenti uguali per tutti i discenti, volte a fornire le conoscenze delle teorie e dei fondamenti concettuali relativi al management pubblico. I discenti saranno poi liberi di scegliere due percorsi alternativi e maggiormente specializzanti: general management e management dell’università. Questi percorsi specifici consentono di offrire un’istruzione completa e approfondita in ciascun ambito.

Inoltre, verranno organizzati dei laboratori con importanti dirigenti e stakeholders della Pubblica Amministrazione.

 

 

PERCORSO IN GENERAL MANAGEMENT PERCORSO IN MANAGEMENT DELL’UNIVERSITÀ
INSEGNAMENTO SSD ORE CFU INSEGNAMENTO SSD ORE CFU
Economia e strategia nelle amministrazioni pubbliche

 

SECS P/07 27 3 Economia e strategia nelle amministrazioni pubbliche SECS P/07 27 3
Organizzazione del lavoro nella p.a.

 

SECS P/10 27 3 Organizzazione del lavoro nella p.a. SECS P/10 27 3
Bilancio pubblico e acquisti nella p.a.

 

SECS P/07 27 3 Bilancio pubblico e acquisti nella p.a. SECS P/07 27 3
Etica pubblica e diritto penale

 

IUS/17 27 3 Etica pubblica e diritto penale IUS/17 27 3
Diritto del lavoro nella p.a.

 

IUS/07 27 3 Diritto del lavoro nella p.a. IUS/07 27 3
Performance management e controlli SECS P/07 27 3 Trend evolutivi dei sistemi universitari e delle università. Gli scenari post covid SECS P/07 18 2
Analisi dei dati e politiche pubbliche SECS P/03 27 3 Attori e governance del sistema universitario, delle università e delle sue unità organizzative SECS P/07 27 3
Governance amministrazione pubblica SECS P/10 27 3 Finanziamento delle università, bilancio e gestione economica SECS P/07 27 3
Strategie di collaborazione e coproduzione nella p.a. SECS P/07 27 3 Sistemi di programmazione e performance nelle università SECS P/07 9 1
I meccanismi di valutazione e accreditamento interni alle università SECS P/07 9 1
Sistemi informativi e analisi dei dati per il management universitario SECS P/07 9 1
I processi di internazionalizzazione SECS P/07 9 1

 

La prova d’esame consiste nella produzione di un elaborato legato all’esperienza di stage, o alla realizzazione di un project work. Per coloro che già lavorano nella P.A., il project work consisterà in un progetto di innovazione per sperimentare e concretizzare le competenze maturate nel corso del programma formativo. È possibile realizzare un project work individuale, sviluppato all’interno della propria amministrazione su una tematica concordata tra direzione del master e amministrazione, oppure di gruppo, nel quale i partecipanti sono chiamati a confrontarsi con un problema organizzativo reale di un ente e a proporre una soluzione o più alternative di intervento.

 

LABORATORI

Ogni laboratorio prevede 5 ore di lezione frontale, sulla base delle quali si chiederà ai discenti di sviluppare un breve elaborato individuale di carattere teorico-pratico, sotto la supervisione di un tutor.

 

 

Laboratorio 1 – Training for selection and coaching and Career development  
Laboratorio 2 – Potenziamento capacità negoziali nelle relazioni sindacali  
Laboratorio 3 – Potenziamento capacità di utilizzo della leva formativa nelle organizzazioni  
Laboratorio 4 – Potenziare la capacità di utilizzo di sistemi di performance management nella PA.  
Laboratorio 5 – Potenziare le capacità di progettazione della leva dell’information technology  
Laboratorio 6 – Potenziare le capacità di gestione dei rischi  
Laboratorio 7 – Potenziare le capacità di prevenzione rischi corruttivi  
Laboratorio 8 – Potenziare le capacità di gestione emergenze  
Laboratorio 9  – Potenziare le capacità di gestione dei rapporti con la politica  
Laboratorio 10 – Potenziare le capacità di governo di enti di ricerca  

 

 

DOCENTI ED ESPERTI

Insegnamenti

Sabrina Bandera, dirigente della SNA

Michele Bertola, direttore generale del comune di Bergamo

Alessandro Boscati, professore ordinario presso l’Università degli Studi di Milano

Gabriele Bottino, professore associato presso l’Università degli Studi di Milano

Michele Camisasca, direttore generale dell’ISTAT

Gilberto Capano, professore ordinario presso l’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Marina Cassoni, psicologa libera professionista

Raffaella Dall’Anese, dottore commercialista – revisore contabile

Giorgio Donna, professore ordinario in quiescenza (già direttore generale di ateneo e direttore dipartimento MIUR)

Delia Duccoli, psicologa libera professionista

Carlo Fiorio, professore ordinario presso l’Università degli Studi di Milano

Bruno Giordano, magistrato della Corte di Cassazione

Pierluigi Mastrogiuseppe, direttore generale dell’ARAN

Luca Mazzara, professore associato presso l’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna

Maria Pia Redaelli, responsabile RPCT della Regione Lombardia

Marino Regini, professore emerito presso l’Università degli Studi di Milano

Renato Ruffini, professore ordinario presso l’Università degli Studi di Milano

Alessandro Sancino, professore associato presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca

Gennaro Terracciano, professore ordinario all’Università degli studi di Roma “Foro Italico”

Marco Tomasi, Già direttore generale di ateneo e direttore generale MIU

Stefano Tomasini, direttore centrale dell’INAIL

Luciano Traquandi, libero professionista

Matteo Turri, professore ordinario presso l’Università degli Studi di Milano

Sbocchi professionali

Il master è orientato a favorire l’occupazione nelle amministrazioni pubbliche, attualmente in fase di espansione, immettendo soggetti dotati di conoscenze e skill altamente qualificati e in particolare:

  • I laureati di diverse discipline che intendono accedere nella pubblica amministrazione, creando peraltro le condizioni per affrontare in modo più consapevole ed incisivo i concorsi pubblici.
  • Coloro che hanno almeno 5 anni di esperienza in posizioni pre dirigenziale al fine di formarli alla funzione dirigenziale e prepararli ad affrontare concorsi pubblici di livello dirigenziale o il corso concorso.

 

Infine, il master offre un’opportunità di sviluppo personale a tutti coloro che intendono perfezionare le proprie conoscenze di direzione generale delle amministrazioni pubbliche come segretari comunali, dirigenti pubblici e consulenti della p.a.

Team

Le lezioni saranno tenute da docenti universitari, professionisti ed esperti del settore e dirigenti di istituzioni pubbliche, sia centrali che locali, per garantire un approccio sia scientifico sia applicativo, vicino all’esperienza quotidiana dei partecipanti.

Renato Ruffini

Professore ordinario di Organizzazione e gestione presso l’Università di Milano con un particolare interesse per la gestione delle risorse umane, public management, sistemi retributivi, integrity management e economia civile. Si…

Matteo Turri

Professore ordinario presso il Dipartimento di Economia, Management e Metodi Quantitativi (DEMM) dell’Università degli Studi di Milano, è titolare dei corsi di Economia aziendale e bilancio, Management dei servizi pubblici,…

Gabriele Bottino

Professore Associato Confermato presso il Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche dell’Università degli Studi di Milano, è titolare dei corsi di Diritto amministrativo, Diritto degli enti locali, Istituzioni di diritto…

Carlo Fiorio

Professore ordinario presso il Dipartimento di Economia, Management e Metodi Quantitativi (DEMM) dell’Università degli Studi di Milano, del quale è anche direttore, è titolare del corso di Scienza delle finanze…

Alessandro Boscati

Professore Ordinario di Diritto del Lavoro presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche “Cesare Beccaria” dell’Università degli Studi di Milano dove è titolare dei corsi di Diritto del lavoro, diritto del…

Marino Regini

Marino Regini è professore emerito nel Dipartimento di Scienze Sociali e Politiche della Università degli Studi di Milano dove insegna corsi nell’area della sociologia economica e della political economy. E’ presidente onorario del Centro inter-universitario UNIRES…

Contatti

MAPA UNIMI - Master in Management della Pubblica Amministrazione
Università degli Studi di Milano
Via Festa del Perdono, n. 7
20122 Milano

____________________________

e-mail: mapa@unimi.it

____________________________

Politiche Privacy >