Scopri il progetto

Castadiva

La storia di Castadiva

Il progetto CASTADIVA è nato dalla collaborazione tra Enti di ricerca e consorzi/gruppi di coltivatori di castagne lombardi. Ci è sempre stato a cuore un percorso di sviluppo – anche economico – basato sul rispetto della natura. Nel 2020 abbiamo cominciato a pensare a come avremmo potuto contribuire a ridurre la vulnerabilità delle risorse ambientali, in particolare quelle sub/montane, assicurando contemporaneamente la loro redditività. E le aree castanicole sono quelle a cui abbiamo pensato, abitate da una specie vegetale ideale per questo tipo di azioni: il castagno, una pianta resiliente, antica, fondamentale.

Abbiamo trovato in Regione Lombardia il partner finanziario e culturale ideale, in grado di capire il significato di sviluppo sostenibile, anche in ambienti agricoli complessi come quelli montani. Nel Giugno del 2021 il nostro progetto è stato finanziato, ed è iniziato il nostro lavoro in selva ed in laboratorio, lavoro che terminerà nel 2023.

L’impatto dell’uomo sulla biosfera è evidente a molti livelli, spesso in modo drammatico: sta cambiando il clima, i territori diventano sempre meno naturali, i terreni si impoveriscono, la biodiversità diminuisce. L’umanità sta cercando di correre ai ripari, e lo fa a tutti i livelli, dalla Nazioni Unite alle Comunità montane, ai singoli cittadini. Il nostro lavoro avviene nei boschi del bresciano (Comune di Serle) e delle prealpi varesine, e nei laboratori del CNR e dell’Università di Milano.

Noi di CASTADIVA vogliamo fare la nostra parte.

Questi sono i nostri obiettivi:

  1. MAPPATURA
  2. DIVERSITA’ GENETICA
  3. QUALITA’ DEI FRUTTI
  4. CONSERVAZIONE
  5. VALORIZZAZIONE

Vuoi saperne di più? visita la nostra pagina degli Obiettivi di progetto.​

Gli obiettivi del progetto CASTADIVA

Castagne calde
rami secchi sul fuoco
il freddo punge

(haiku giapponese)

Eventi in programma

Upcoming Events

La nostra policy per la privacy