Obiettivi del Corso

Finalità del Corso di Perfezionamento in Gestione della Proprietà Industriale

Il nostro paese ha recepito finalmente, facendone una priorità, che il brevetto è un indicatore puntuale e preciso delle capacità innovative e di sviluppo di una società; come risultato si è registrato negli ultimi anni un netto incremento delle domande di brevetto significando così che anche in Italia la notevole potenzialità inventiva dei tecnici viene vieppiù premiata dalla protezione offerta dall’istituto brevettuale.
La conseguenza di questo nuovo interesse e la necessità inderogabile di proteggere rapidamente ed efficacemente i risultati del lavoro di ricerca e sviluppo, ovunque questo venga realizzato, comporta che la conoscenza non superficiale delle potenzialità dello strumento brevettuale sta diventando, anche da noi, come già da tempo all’estero, un’esigenza inderogabile per tutti i ricercatori impegnati in processi di ricerca e sviluppo, sia nel settore industriale sia in quello accademico.

Cultura brevettuale…

In altre parole la cultura brevettuale non può più essere riservata esclusivamente a chi opera direttamente negli studi di consulenza brevettuale, negli uffici brevetti pubblici o di enti industriali, ma deve diventare un patrimonio necessario per tutte quelle persone, sempre più numerose, che già lavorano o che si apprestano a lavorare in settori scientifici o tecnici, accademici o industriali, e che per questo sono destinate a doversi confrontare ogni giorno con problematiche brevettuali di tutela della proprietà intellettuale e con chi le gestisce professionalmente.
Per un professionista attivo nella ricerca e nello sviluppo sia in una azienda sia in una istituzione pubblica è indispensabile, accanto alla specifica preparazione tecnico-scientifica, anche una buona conoscenza delle leggi brevettuali ed una sufficiente conoscenza di tutte le attività che sono di supporto alla brevettazione.

La padronanza delle problematiche inerenti ai brevetti e alla tutela della proprietà intellettuale permetterà a tutti coloro che sono attivi in R & D di interagire molto più rapidamente, facilmente e efficacemente con i consulenti brevettuali, gestori abituali delle problematiche inerenti ai brevetti.
E’ anche evidente che il sempre crescente peso economico dello strumento brevettuale, oltre a richiedere un’indispensabile maggior professionalizzazione in coloro che devono interagire con i consulenti brevettuali, produrrà anche una maggiore domanda di laureati che vogliono dedicarsi alla professione di consulente in brevetti.

Consulente in Brevetti

Il consulente in brevetti è quella figura professionale che consiglia, affianca o rappresenta l’inventore o il titolare di una domanda di brevetto durante le complesse fasi della brevettazione, dalla redazione della domanda di brevetto al suo deposito presso l’Ufficio Brevetti e lungo tutto il percorso di esame e concessione del brevetto o di sua difesa e azionamento nei confronti di terzi a livello nazionale ed internazionale.
Requisiti fondamentali per inserirsi in modo efficace nella professione brevettuale sono una buona preparazione tecnica e scientifica e buone conoscenze linguistiche, almeno per quanto riguarda l’inglese scritto e parlato. Nel panorama italiano, e in particolare in quello lombardo, è carente l’offerta formativa in campo brevettuale sia ai neolaureati in materie scientifiche e tecniche e sia ai ricercatori che già operano nell’industria e nell’accademia.

In base a queste considerazioni è nata la volontà di offrire un corso di perfezionamento in grado di assolvere ad un duplice scopo: fornire le basi indispensabili perché un laureato in una della lauree delle classi di riferimento possa completare la sua preparazione e accedere più agevolmente alla professione di consulente in brevetti oppure migliorare l’attività professionale che il laureato già svolge nella sua realtà lavorativa consentendogli di assumere un ruolo efficace di interfaccia tra l’azienda in cui opera e i professionisti degli uffici brevetti.

Obiettivi…

Gli obbiettivi formativi del Corso di Perfezionamento in Gestione della Proprietà Industriale possono pertanto essere riassunti nel:

  • dare ai giovani laureati la possibilità di inserirsi meglio nel mondo del lavoro tramite l’arricchimento e l’integrazione della loro preparazione con la conoscenza dello strumento brevettuale;
  • fornire ai professionisti attivi in R & D nei settori tecnico e scientifico una buona conoscenza delle leggi brevettuali italiane, europee e dei principali paesi industrializzati, delle procedure di brevettazione e delle strategie da assumere in campo brevettuale allo scopo di migliorare e completare le loro professionalità;
  • fornire le basi culturali tecniche indispensabili ai laureati che intendano dedicarsi alla professione di consulente in brevetti.
I frequentanti del corso di perfezionamento riceveranno una preparazione che consentirà loro di essere accolti con favore negli studi di consulenza brevettuale privati, negli uffici brevetti delle ditte industriali, negli uffici brevetti governativi nazionali e esteri e di trovarvi un’occupazione stabile.