Profilo docente

Breve profilo

– Stefano Simonetta (Milano 1968) si è laureato in Filosofia nel 1993 presso l’Università degli Studi di Milano, con una tesi in Storia della Filosofia Medievale dal titolo: John Wyclif. Analisi di un progetto di riforma politico-religiosa.
– Dopo un biennio di studi in qualità di borsista della Fondazione “Luigi Firpo” – Centro di Studi sul Pensiero Politico – di Torino (1994-1995) e dopo essersi diplomato in Archivistica, Paleografia e Diplomatica presso la scuola dell’Archivio di Stato di Milano (1997), nel 1998 ha conseguito il dottorato di ricerca in Filosofia presso l’Università degli Studi di Milano, discutendo una tesi dal titolo: Marsilio in Inghilterra. Stato e chiesa nel pensiero politico inglese fra XIV e XVII secolo.
– Assegnista di ricerca al Dipartimento di Filosofia dell’Università degli Studi di Milano (dal 1999 al 2001), dal 1° aprile 2001 è stato Ricercatore di Storia della Filosofia Medievale presso il medesimo Dipartimento (confermato in ruolo dal 1° aprile 2004).
– Dal 2001 al 2003 è stato Coordinatore nazionale di un progetto di ricerca CNR Giovani, dal titolo La sovranità tra antico e moderno; dal 2004 al 2006 è stato Responsabile scientifico dell’unità locale di Milano nell’ambito del progetto di ricerca Prin coordinato a livello nazionale dal Prof. G. Todeschini, dal titolo Bene comune, bene privato e uso della ricchezza nella riflessione filosofica tardomedievale (sec. XIII-XV).
– Dall’a.a. 2005/06 ricopre per affidamento l’insegnamento di Storia della Filosofia Medievale presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università degli Studi di Milano.
– Dall’ottobre 2006 al dicembre 2012 è stato membro del Consiglio di Amministrazione dell’Università degli Studi di Milano, in qualità di rappresentante dei docenti e dei ricercatori dell’ateneo.
– Nel febbraio 2013 è stato nominato dal Rettore Delegato per le relazioni con gli studenti e per la promozione di politiche di sostegno al diritto allo studio.
– Nell’ottobre 2014 è stato eletto Vicedirettore del Dipartimento di Filosofia.
– Nel dicembre 2014 è stato designato membro interno del Consiglio di Amministrazione dell’Università degli Studi di Milano per il quadriennio 2014-2018.
– Dal 1° gennaio 2015 è Professore Associato di Storia della Filosofia Medievale presso il Dipartimento di Filosofia del medesimo ateneo.

– Nel luglio 2018 ha ottenuto il rinnovo del mandato quale membro interno del Consiglio di Amministrazione dell’Università degli Studi di Milano per il quadriennio 2018-2022; da ottobre 2020 è decano dei membri del Consiglio.

– All’inizio del 2022 ha conseguito l’Abilitazione Scientifica Nazionale come Professore Ordinario in Storia della Filosofia e in Storia della Dottrine Politiche.

– È Referente di Ateneo per il sostegno allo studio universitario delle persone private della libertà e per la relativa offerta formativa, nell’ambito della Convenzione fra PRAP Lombardia e Università Statale di Milano.

Principali ambiti di ricerca

Le ricerche condotte da Stefano Simonetta vertono in modo particolare sulla riflessione teologica medievale e sul pensiero politico del tardo medioevo e della prima età moderna.

– Merito, grazia e predestinazione nella teologia inglese del XIV secolo;
– Il linguaggio della teologia negativa nel medioevo cristiano di lingua latina;
– Temi apocalittici nelle ecclesiologie tardomedievali;
– Il pensiero politico medievale
e, in particolare:
– il tema del governo misto;
– la questione dei limiti della sovranità in ambito economico;
– la dottrina della guerra giusta, nella sua evoluzione dalla tarda antichità al XV secolo;
– le condanne ecclesiastiche;
– Shakespeare e la concezione della regalità nel medioevo inglese;
– il graduale emergere di una teoria del diritto di resistenza dal XII al XV secolo;
– la tolleranza religiosa come possibilità concreta nella riflessione etico-politica bassomedievale.