Programma corso a.a. 2021-22 (LT)

Storia della filosofia medievale (Laurea Triennale) – Edizione L-Z

Prof. Stefano Simonetta (stefano.simonetta@unimi.it)

  

Presentazione del corso monografico e programma d’esame

Il corso è consigliato agli studenti di Filosofia del II anno, ma vale per tutti i corsi di laurea i cui ordinamenti contemplino la possibilità di scegliere l’esame di Storia della filosofia medievale per 6 o 9 CFU.

Esso offrirà

  1. una presentazione generale delle principali tradizioni filosofiche e di alcuni dei maggiori autori del pensiero medievale, fornendo una guida alla preparazione della parte dell’esame volta a verificare la conoscenza dello sviluppo del pensiero medievale e del contesto in cui si inseriscono gli argomenti più specifici trattati nella seconda parte del corso;
  2. la contestuale lettura e analisi di una serie di brani tratti dagli scritti di tali autori, tradotti in italiano nell’antologia Filosofia medievale, a cura di M. Bettetini, L. Bianchi et. al., Raffaello Cortina, Milano;
  3. la lettura analitica di una selezione di pagine contenute nelle opere di alcuni fra i principali pensatori politici tardomedievali (Giovanni da Parigi, Guglielmo di Ockham, John Fortescue) nelle quali si teorizza l’esistenza di una serie di diritti individuali incancellabili.

Il corso si svolgerà con il seguente orario: lunedì, martedì e mercoledì, dalle 10.30 alle 12.30. Quanto alle sedi, salvo indicazioni diverse legate all’evoluzione dell’emergenza sanitaria tuttora in corso, le lezioni del lunedì si terranno presso l’aula M102 del settore didattico di via Santa Sofia, quelle del martedì e del mercoledì l’aula M201 del settore didattico di via Santa SofiaSarà naturalmente possibile seguire tutte le lezioni anche da remoto, tramite la consueta piattaforma Teams, utilizzando il seguente codice:  04qmpe0

Le registrazioni delle lezioni resteranno disponibili su OneDrive sino alla fine di ciascuna settimana.

Programma d’esame per studenti frequentanti:

  1. In primo luogo, per acquisire una conoscenza adeguata dello sviluppo del pensiero medievale e del contesto in cui si inserisce il tema del corso, tutti gli studenti sono tenuti ad avvalersi di uno dei seguenti strumenti (in alternativa fra loro):
  • La filosofia nel Medioevo, in Filosofia cultura cittadinanza, a cura di A. La Vergata-F. Trabattoni, vol. 1, Firenze, La Nuova Italia, 2011, pp. 438-590;
  • Il Medioevo, in Filosofia e cultura, a cura di A. La Vergata-F. Trabattoni, vol. 1, Firenze, La Nuova Italia, 2007, pp. 454-481 e pp. 516-689.
  1. Filosofia medievale, a cura di M. Bettetini, L. Bianchi et. al., Milano, Raffaello Cortina, 2004 e seguenti, pagine scelte.

3.1. Giovanni da Parigi, Trattato sul potere regale e papale, a cura di G. Briguglia, Genova-Milano, Marietti, 2009, pp. 84-85; Guglielmo di Ockham, Otto questioni circa il potere del papa, in Il filosofo e la politica, a cura di F. Camastra, Milano, Rusconi, 1999, pp. 101-121 e 129-139; John Fortescue, Il governo dell’Inghilterra, a cura di G. Galliano Passalacqua, Genova, Name, 2001, pp. 35-57, 69-71, 79-83 e 91-117 (saranno rese disponibili su Ariel e su Teams);

3.2. B. Tierney, L’idea dei diritti naturali. Diritti naturali, legge naturale e diritto canonico 1150-1625,Bologna, il Mulino, 2002, pp. 159-172 (saranno rese disponibili su Ariel e su Teams);

3.3. S. Simonetta, Il pensiero di John Fortescue. Costituzione, legge e teoria della proprietà nell’Inghilterra del Quattrocento, Roma, Carocci, 2021, pagine scelte.

Integrazioni al programma d’esame per studenti non frequentanti (saranno rese disponibili su Ariel e su Teams).

3.4. L. Parisoli, Guglielmo di Ockham e la fonte dei diritti naturali: una teoria politica tra libertà evangelica e diritti fondamentali ed universali, «Collectanea franciscana», 68 (1998), pp. 5-35 e 55-59;

3.5. S. Simonetta, «Che il re viva del suo». Il tema della royal purveyance nella trattatistica politica dell’Inghilterra tardomedievale, in aa.vv., I beni di questo mondo. Teorie etico-economiche nel laboratorio dell’Europa medievale, a cura di R. Lambertini e L. Sileo, Porto, F.I.D.E.M., 2010, pp. 253-279.